degasperi logo
European Heritage Label
degasperi logo
Mac Millan, De Gasperi, Churchill, Sforza, Eden, Gallarati Scotti slide
Lucia De Gasperi tra i genitori nel giorno della vestizione slide
6 agosto 1953, pausa a Sella Valsugana slide
De Gasperi con George Marshall slide
Roma, De Gasperi firma per gli aiuti d emergenza slide
De Gasperi con la moglie Francesca Conferenza di Pace di Parigi slide
Comizio di De Gasperi a Predazzo slide
De Gasperi arrabbiato slide
VII Congresso Coldiretti Roma, Stadio di Domiziano slide
La folla riunita in Piazza Duomo a Trento slide
Nello studio del presidente Truman alla Casa Bianca slide
Adenauer, De Gasperi e Shuman slide
DE Gasperi con Chuchill e Sforza slide
De Gasperi con Pleven, Schuman e Sforza slide
Sella Valsugana, 15 agosto 1954 slide
Alcide slide
Con Carlo Sforza a Londra slide
Associazione studentesca slide
De Gasperi con la moglie e la figlia Maria Romana slide
De Gasperi alla Presidenza dell Assemblea della CECA slide
Alcide De Gasperi1904 slide
De Gasperi con la figlia Maria Romana e l ambasciatore Alberto Tarchiani slide
De Gasperi, Schumann, Adenauer slide
La Famiglia De Gasperi slide
De Gasperi alla Consulta con alcuni ministri slide
De gasperi Alcide slide
Alcide e Francesca slide
A colloquio con Chuchill slide
De Gasperi slide
Alcide e il nipotino Giorgio slide
Alcide De Gasperi nella sua biblioteca di Sella slide
De Gasperi immagine slide
De Gasperi con le figlie Maria Romana e Lucia slide
De Gasperi consegna il premio a un Giovane slide
Alcide De Gasperi sotto sorveglianza slide
Il discorso ai Ventuno, al Palazzo del Lussemburgo slide
De Gasperi Piazza del Duomo slide
Prima seduta dell Assemblea Costituente slide
Schuman e De Gasperi Europa slide
De gasperi con la figlia Lia a 2 anni slide
Maria Romana De Gasperi con il padre slide
De Gasperi insignito del premio Carlo Magno , Aquisgrana slide
De Gasperi foto slide
Adenauer e De Gasperi slide
Posa della prima pietra di De Gasperi di una casa del piano Fanfani slide
Vanoni, Mattarella, Pastore, De Gasperi, Piccioni, Dossetti e Fanfani slide
Palazzo del Viminale

Periodo repubblicano

Periodo repubblicano

1945

21 giugno - È ministro degli Esteri nel governo Parri.

31 luglio/3 agosto - A Roma si celebra il Consiglio nazionale della Democrazia Cristiana.

16 settembre - Viene invitato a Londra al Consiglio dei ministri degli Esteri delle nazioni vincitrici.

18 settembre - Riferisce della questione giuliana alla Lancaster House, davanti ai Cinque Grandi.

25 settembre - Incontra i prigionieri italiani di un campo alla periferia di Londra.

27 settembre - A Parigi incontra il generale De Gaulle.

10 dicembre - Diventa presidente del Consiglio con la formula dell'esarchia (primo Governo De Gasperi). Assume il ministero degli Esteri e l'interim per l'Africa italiana.

1946

11 aprile - Convince Fiorello La Guardia (a capo dell'Unrra) a dirottare verso l'Italia navi cariche di cereali dirette in Inghilterra.

24-28 aprile - A Roma, al primo congresso nazionale della Democrazia Cristiana, assume la presidenza del Consiglio nazionale.

2-8 maggio - Partecipa, a Parigi, a una nuova riunione dei ministri degli Esteri sui trattati di pace.

2-3 giugno - Referendum istituzionale ed elezione dell'Assemblea costituente. Viene eletto deputato per il collegio di Trento.

4-13 giugno - Colloqui con il Re Umberto II e con il ministro della Real Casa, Lucifero.

12 giugno - Assume i poteri di capo provvisorio dello Stato “ope legis”.
1 luglio - Rassegna le dimissioni.

13 luglio - Vara il suo secondo Governo con la formula del quadripartito (Dc-Pci-Psiup-Pri). Assume l'interim degli Esteri, degli Interni e dell'Africa italiana.

10 agosto - Parla a Parigi davanti ai delegati delle 21 nazioni vittoriose.

5 settembre - Stipula accordi con il ministro degli Esteri austriaco Karl Gruber per l'autonomia del Trentino-Alto Adige.

22 settembre – È nominato presidente del Consiglio nazionale della Dc.

18 ottobre - Lascia l'interim degli Esteri a Pietro Nenni.

25 novembre - L'incaricato del Dipartimento di Stato americano gli consegna l'invito da parte della rivista "Time" a partecipare a un forum internazionale a Cleveland.

1947

3 gennaio - Parte per gli Stati Uniti dove fa tappa a Washington, a Chicago, a Cleveland e a New York. Ottiene prestiti per 150 milioni di dollari, forniture di grano e 50 navi a finanziamento agevolato.

20 gennaio - Rassegna le dimissioni.

2 febbraio - Terzo Governo De Gasperi con comunisti e socialisti.

13 maggio - Rassegna le dimissioni.

31 maggio - Vara il suo quarto Governo (monocolore).

31 luglio - La Costituente autorizza la ratifica del Trattato di pace.

15 novembre - Al congresso di Napoli viene acclamato Presidente della Dc.

7 dicembre - La figlia Lucia entra in convento.

11 dicembre - Rimpasto governativo: entrano PSLI e PRI. Nasce il quadripartito.

22 dicembre - L'Assemblea approva la Carta Costituzionale (in vigore l'1 gennaio successivo).

1948

3 gennaio - Firma un accordo sugli aiuti americani all'Italia.

18 aprile - Alle elezioni politiche viene eletto nei collegi di Trento, Napoli e Roma. La Dc ottiene la maggioranza assoluta alla Camera e quella relativa al Senato.

12 maggio - Rassegna le dimissioni.

23 maggio - Dà vita al quinto Governo assieme a repubblicani, liberali e socialdemocratici.

1949

11 marzo - Alla Camera tiene una relazione sull'invito all'Italia ad aderire al Patto Atlantico.

18 marzo - La Camera approva l'adesione al Patto Atlantico.

27 marzo - Apre la discussione sul Patto al Senato.

5 maggio - A Londra viene firmato lo Statuto del Consiglio d'Europa.

1950

11 gennaio - Rassegna le dimissioni.

27 gennaio - Con la formula del tripartito (Dc-Psli-Pri) dà il via al suo sesto Governo.

1951

18 gennaio - Riceve a Roma il generale Dwight Eisenhower.

15 febbraio - Partecipa, con Carlo Sforza, a S. Margherita Ligure, all'incontro bilaterale Italia-Francia, che segna la conciliazione tra i due Paesi.

3 aprile - Compie settant'anni. La Democrazia Cristiana gli dona una villa sul lago di Castelgandolfo.

18 aprile - Partecipa, a Parigi, alla fondazione della Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio.

Metà giugno - Riceve a Roma il cancelliere tedesco Konrad Adenauer.

16 luglio - Rassegna le dimissioni.

28 luglio - Viene incaricato per il suo settimo Governo (Dc-Pri), assumendo l'interim degli Esteri.

Settembre - In visita negli Stati Uniti parla davanti al Congresso.

Partecipa a Ottawa alla Conferenza atlantica (10/9). Riceve la laurea ad honorem dell'Università cattolica della città canadese. A Detroit incontra l'industriale Henry Ford.

1952

22 febbraio - Partecipa alla Conferenza atlantica di Lisbona.

17 aprile - Riceve a casa padre Riccardo Lombardi che, per conto del papa, lo invita a riconsiderare la possibilità di un'alleanza con le destre, per le elezioni romane.

25 maggio - Elezioni amministrative a Roma, anche grazie alla sua opposizione fallisce la cosiddetta "Operazione Sturzo".

27 maggio - A Parigi sottoscrive l'accordo per la nascita della Comunità Europea di Difesa.

24 settembre - Ad Aquisgrana riceve il Premio "Carlo Magno". È il primo capo di Stato a recarsi in Germania dopo la fine della guerra.

1953

Fine febbraio - Presiede a Roma la Conferenza dei ministri degli Esteri della Comunità Europea di Difesa.

9 marzo - A Strasburgo, con i sei ministri degli Esteri dell'Unione, riceve il progetto di Costituzione per la Comunità Economica Europea.

7 giugno - Alle elezioni politiche la coalizione capeggiata dalla Dc non riesce a far scattare il premio di maggioranza.

24 giugno - A Oxford riceve la laurea ad honorem in diritto civile.

29 giugno - Rassegna le dimissioni.

4-6 luglio - Dopo il fallimento della legge maggioritaria incontra Togliatti e Nenni per riprendere la collaborazione interrotta sei anni prima con le sinistre.

15 luglio - Si presenta con un nuovo Governo monocolore.

28 luglio - Non ottiene la fiducia e rassegna le dimissioni.

28 settembre - Viene eletto Segretario politico della Dc

20 dicembre - Fonda il settimanale "La Discussione", con l'intento di evitare la pubblicazione di periodici di corrente all'interno del partito.

1954

20 gennaio - II settimanale satirico "Candido" diretto da Giovanni Guareschi pubblica una lettera datata 19-1-1944, attribuita a De Gasperi, in cui lo stesso chiederebbe agli americani il bombardamento di alcune zone di Roma onde accelerare la reazione popolare.

29 gennaio - Pronuncia il suo ultimo discorso alla Camera.

6 febbraio - Presso la Procura di Milano depone querela, per diffamazione continuata a mezzo stampa, nei confronti di Guareschi.

15 aprile - II Tribunale di Milano riconosce Guareschi colpevole e lo condanna a un anno di reclusione e 100.000 lire di multa.

21 aprile - Parla alla Conferenza parlamentare Europea, nel Palazzo del Lussemburgo di Parigi.

11 maggio - A Strasburgo viene eletto, per acclamazione, presidente della Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio.

26 giugno - Tiene il suo ultimo discorso politico al Congresso nazionale della Dc di Napoli.

28 giugno - La Dc lo elegge presidente all'unanimità.

28 luglio - Accetta l'invito a inoltrare alla Procura di Roma domanda di grazia per Guareschi.

30 luglio - Lascia Roma per il Trentino.

19 agosto - Muore pochi minuti dopo le 2 e 30 del mattino.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa