degasperi logo
European Heritage Label
degasperi logo
Lectio degasperiana 6 slide
pubblico Lectio slide
Iginio Rogger2 slide
Lectio degasperiana 14 slide
Lectio degasperiana 8 slide
Lectio degasperiana 7 slide
Iginio Rogger1 slide
Iginio Rogger3 slide
Lectio degasperiana 9 slide
Maria Romana De Gasperi slide
Lectio degasperiana 4 slide
Lectio degasperiana5 slide
Lectio degasperiana 2 slide

Lectio degasperiana 2009

Lectio degasperiana 2009

18 agosto 2009

-

Autonomia e identità trentina: dal Principato vescovile allo Statuto regionale del 1948

Iginio Rogger

Iginio Rogger nasce il 20 agosto del 1919 a Pergine Valsugana e cresce a Levico Terme (TN). Studente nella Pontificia Università Gregoriana, vi consegue la licenza in Filosofia e Teologia, dottorandosi quindi nel 1951 in Storia della Chiesa con una dissertazione su Le nazioni al Concilio di Trento, e conseguendo infine, nel 1960, la libera docenza in quella stessa disciplina. Ordinato sacerdote nel 1945, nel 1951 Rogger è chiamato a ricoprire la cattedra di Storia della Chiesa, e nel 1955 anche quella di liturgia, presso il Seminario teologico di Trento. Negli anni Cinquanta passa sotto la sua direzione il Museo diocesano, destinato a divenire nel corso del tempo un gioiello di fama internazionale. 

Nel 1973, con la fondazione dell’Istituto Trentino di Cultura, Iginio Rogger entra a far parte del comitato scientifico dell’Istituto storico italo-germanico. Nel 1975 Rogger fornisce un determinante impulso alla nascita dell’Istituto di scienze religiose - una iniziativa assolutamente inedita nel mondo culturale italiana, anche per la sua incidenza nel dialogo interconfessionale. Di tale Istituto terrà la guida per oltre un ventennio, fino al 1997.
La bibliografia di mons. Rogger comprende, dal 1948 ad oggi, più di 200 contributi e vede tra l’altro la sua collaborazione con sedi scientifiche d’indiscusso prestigio, quali l’Enciclopedia Cattolica, il Lexicon für Theologie und Kirche, laBibliotheca Sanctorum, il Dictionnaire d’Histoire et de Géographie ecclésiastiques.
Nel 1998 la città di Trento lo ha insignito dell’Aquila di S.Venceslao.
Nel 2006 la facoltà di Giurisprudenza di Trento gli ha conferito la laurea honoris causa in Giurisprudenza.

Le edizioni della Lectio


 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa