degasperi logo
European Heritage Label
degasperi logo
Alcide slide

Edizione nazionale dell'epistolario di Alcide De Gasperi

Edizione nazionale dell'epistolario di Alcide De Gasperi

Edizione nazionale dell'epistolario di Alcide De Gasperi

La figura di Alcide De Gasperi (1881–1954) continua a suscitare un notevole interesse, non soltanto tra gli storici e gli studiosi della politica del Novecento. I fattori che rendono la vicenda dello statista trentino al contempo eccezionale ed emblematica sono vari: il suo contributo allo sviluppo del movimento cattolico nel Trentino e a livello nazionale e internazionale, la leadership politica nella Democrazia Cristiana, la peculiare interpretazione del ruolo di capo del governo italiano; il contributo dato alla politica internazionale di pace, l’intuizione europeista.

La storiografia ha fatto ricorso a una gran quantità di documenti di vario genere per studiare la figura di De Gasperi ma la corrispondenza è ancora un patrimonio poco esplorato: sono conservate numerose lettere che testimoniano di scambi epistolari frequenti con corrispondenti italiani e stranieri e solo  una parte di queste è stata pubblicata in studi e raccolte dedicati allo statista o ai suoi corrispondenti. A più di sessanta anni dalla morte dello statista è parso opportuno avviare la realizzazione di una grande raccolta critica che riunisca e organizzi le lettere scritte e ricevute da De Gasperi secondo criteri cronologici, tematici e geografici, accompagnata da una bibliografia critica di riferimento.

L’Edizione Nazionale dell’Epistolario di Alcide De Gasperi, istituita con il Decreto ministeriale n. 519 del 15 novembre 2016 dal Ministero per i beni e le attività culturali (MiBACT), si propone di realizzare un progetto pluriennale di raccolta, digitalizzazione e pubblicazione di un corpus rilevante di lettere. La qualità scientifica del progetto è garantita da un Comitato Scientifico, i cui membri sono ricercatori e docenti universitari che hanno dedicato i loro studi alla figura di De Gasperi o al contesto storico-politico in cui egli ha operato e da un finanziamento pubblico destinato all’avvio dell’impresa, da integrarsi con altri finanziamenti pubblici e privati.

Al rigore metodologico che permetterà la raccolta del materiale epistolare e all’autorevolezza dell’apparato critico che ne consentirà l’organizzazione, si affiancherà l’utilizzo di nuove tecnologie che consentiranno una fruizione ottimale, secondo i più avanzati standard delle digital humanities. L’edizione dell’epistolario sarà infatti realizzata attraverso lo sviluppo di un archivio digitale gratuito e facile da usare, che – grazie a un software originale per l’analisi del discorso, consentirà l’esplorazione dei contenuti a un pubblico ampio ed eterogeneo, formato da studiosi, studenti e cittadini.

Si prevede che l’opera possa rendersi visibile a partire dall’autunno del 2017 e realizzarsi nell’arco di un quinquennio, per poi continuare grazie a aggiornamenti e integrazioni progressive, alimentate dalla ricerca negli archivi nazionali e internazionali, pubblici e privati. Durante il progetto saranno lanciate campagne specifiche di raccolta dei materiali documentari, in modo da coinvolgere un maggior numero di ricercatori e alimentare la ricerca storica nazionale. 

logo MIBACT        ComitatiEdizioniNazionali

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa