degasperi logo
degasperi logo
Museo De Gasperi 12 slide
Museo De Gasperi 17 slide
esterno Museo De Gasperi slide
Museo De Gasperi 8 slide
Museo De Gasperi 18 slide
Museo De Gasperi 1 slide
Museo De Gasperi 2 slide
macchina da scrivere slide
La parabola dei trent anni slide
Museo De Gasperi 6 slide
Museo De Gasperi 9 slide
Museo De Gasperi 14 slide
Museo De Gasperi 5 slide
Museo De Gasperi 19 slide
Museo De Gasperi 13 slide
Museo De Gasperi 3 slide
Museo De Gasperi 7 slide
Museo De Gasperi 15 slide
Museo De Gasperi 11 slide
Museo De Gasperi 16 slide

Percorso espositivo

Percorso espositivo

Il percorso espositivo

Cosa vi attende al Museo Casa De Gasperi

 

Il percorso del museo è inteso come un viaggio: quello che, simbolicamente, ha portato De Gasperi dal Trentino all’Europa. Il visitatore lo ripercorre scoprendo le tappe fondamentali della vita e dell’attività di Alcide e immergendosi contemporaneamente nei grandi eventi che ad esse hanno fatto da sfondo, contribuendo a modellare il pensiero e l’azione dello statista.

 

Il viaggio comincia con un treno al piano terra: se partendo poggiamo i piedi sul suolo di Pieve Tesino, la meta – l’Europa – è già chiara all’orizzonte. Ai piani superiori il percorso si snoda attraverso le “tre vite” di De Gasperi, ossia i segmenti in cui la sua esistenza può essere suddivisa sulla base delle cesure rappresentate dalle due guerre mondiali. Al primo piano si scopre, così, la prima fase, quella vissuta nell’Impero asburgico: gli anni della formazione, l’ingresso in politica, l’impegno per la comunità.

 

Il secondo piano è dedicato all’esperienza nel Regno d’Italia, tra le due guerre: anni in gran parte bui, contraddistinti dalla prepotenza fascista, che però confermarono ad Alcide la validità del proprio anelito democratico. Il terzo piano è riservato al De Gasperi più noto, quello della Repubblica e dei primi passi verso un’unione dei Paesi europei.

 

Infine, la stanza natale, significativamente posta a chiusura dell’itinerario: il viaggio non si conclude con la morte, ma con un’apertura verso un futuro di cui prendersi cura anche attraverso esempi e valori ancora attuali.

 
×

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa